LazioInnova2020 - Claudia Mazzuca

Progetto MICROARTE

 

Founding Body: Lazioinnova – Regione Lazio

Total grant: € 149.994,60

Denominazione progetto: MICROARTE

Principal Investigator:
Emanuela Zaccarelli

Other participants:
CNR ISC: Roberta Angelini, Mauro Missori, Simona Sennato, Letizia Tavagnacco
Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”: Ester Chiessi, Claudia Mazzuca, Mattia Titubante, Leonardo Severini

Collaboratori esterni:
Maria Letizia Sebastiani (Istituto Centrale per il Restauro e la Conservazione del Patrimonio Archivistico e Librario – ICRCPAL); Ditta di restauro di Lorenzo Civiero; Librarti; Laboratorio Gottscher; PMI 2610.

Progetto di Ricerca, finanziato da Regione Lazio attraverso il Bando Gruppi di Ricerca 2020

Il progetto MICROARTE si propone di sviluppare una nuova tecnologia per la conservazione di beni di carta antica, carta moderna e legno, sfruttando le enormi potenzialità dei microgel polimerici di gellano, un polisaccaride naturale ed anche edibile già impiegato in diversi contesti quali le scienze della vita o in ambito industriale. Recentemente, gli stessi partecipanti al presente progetto, hanno realizzato per la prima volta la pulitura della carta antica attraverso microgel di gellano [DI NAPOLI, Benedetta, et al. Gellan gum microgels as effective agents for a rapid cleaning of paper. ACS Applied Polymer Materials, 2020, 2, 2791-2801], dimostrando le potenzialità applicative di questo materiale anche nel settore dei beni culturali grazie ai primi studi effettuati nell’ambito del progetto GELARTE, precedentemente finanziato da Regione Lazio ai sensi della L.R. 13/08 (https://www.isc.cnr.it/research/projects/national/gelarte/).

Sulla base dei risultati già raggiunti, in MICROARTE saranno sintetizzati nuovi microgel ottenuti da gellani modificati e/o funzionalizzati per ottimizzarne l’efficacia come sistemi per il restauro e la conservazione di beni cartacei e anche lignei. A tal fine ci si avvarrà della partecipazione di ricercatori con competenze di tipo teorico, numerico e sperimentale all’interno dei gruppi di ricerca partecipanti, che comprendono fisici e chimici dell’istituto ospitante (Istituto dei Sistemi Complessi del CNR) e dell’università degli Studi di Roma “Tor Vergata”. Grazie alla combinazione di diverse tecniche di caratterizzazione chimico-fisiche e di diagnostica, integrate con simulazioni atomistiche, sarà possibile chiarire il meccanismo di formazione dei microgel e di ottimizzarne l’applicazione ai supporti cartacei e lignei. La presenza di ditte di restauro e della PMI innovativa 2610, unita alla facile realizzazione sperimentale, semplicità e versatilità della nuova tecnologia proposta, offrirà la possibilità di effettuare un trasferimento di conoscenze verso le realtà aziendali operanti nel settore dei nanomateriali e dei trattamenti conservativi dei beni culturali.